ITINERARI TURISTICI
Escursioni - Gennargentu
Non si conosce la Sardegna se non si è andati almeno una volta sul Gennargentu (territorio di Arzana). Questo straordinario paesaggio sardo rappresenta il più vasto complesso montano dell'isola, le cui vette raggiungono le massime altezze con il Bruncu Spina (1829m.), la Punta Paulinu (1792 m.) e Punta la Marmora (1834m.), da dove, nelle giornate più limpide, si può allungare lo sguardo su tutte le coste sarde. Il paesaggio che si propone ai nostri occhi è diverso e mai uguale: rilievi, pascoli, rocce, canyon, vallate, foreste, boscaglie. Nonostante sia rimasto selvaggio nel tempo, lo scenario del Gennargentu di oggi non è quello delle origini: dove in passato si estendeva un manto di boschi, ora si trovano soprattutto pascoli e steppe, in particolare nelle fasce più alte. Molto ricca anche la fauna, anche se ha subìto sensibili riduzioni e, in alcuni casi, gravi estinzioni come quella del cervo - e del daino sardo, dell'avvoltoio monaco e del gipeto. Quella ancora presente è comunque eccezionale a cominciare dal muflone, animale simbolo della Sardegna, dall’aquila reale e dai cinghiali. Da visitare il Nuraghe ed il paese di Ruinas (che fu abbandonato intorno al 1400 in seguito ad una pestilenza), Il periodo migliore per una escursione è da maggio a settembre.